italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Nanoparticelle magnetiche per la stabilizzazione proteica dei vini

Nanoparticelle magnetiche per la stabilizzazione proteica dei vini

La stabilizzazione proteica con bentonite è una fase fondamentale per la produzione dei vini bianchi e rosati, ma non priva di inconvenienti come le perdite di vino o le problematiche legate allo smaltimento di residui.

Un team di ricerca australiano sta studiando una possibile alternativa alla bentonite basata nell’uso di nanoparticelle magnetiche, fatte muovere attraverso l’applicazione di campi magnetici.

Queste particelle possono presentare differenti rivestimenti consentendo loro di legarsi a diversi composti. In questo studio dell’AWRI recentemente pubblicato, è stato utilizzato un rivestimento disegnato specificamente per legare le proteine responsabili della torbidità del vino.

Le particelle rivestite sono state collocate in un vino instabile. Le proteine si sono legate alla superficie delle nanoparticelle permettendone la rimozione dal vino.

Analisi successive effettuate sul vino hanno permesso di confermare che le proteine instabili erano state eliminate, anche da vini con contenuto di proteine molto elevato. Altri componenti, come i composti fenolici non sono stati influenzati.

Questa tecnica, che ha dimostrato le sue potenzialità come alternativa alla bentonite, ha possibile applicazione anche in altre aree come il trattamento delle acque o le biotecnologie.

Articolo di riferimento:
Mierczynska-Vasilev, A., Boyer, P., Vasilev, K., Smith, P.A. 
A novel technology for the rapid, selective, magnetic removal of pathogenesis-related proteins from wines. Food Chem. 232: 508-514.; 2017.

Pubblicata il 04/06/2017
Immagini
Disponibile in spagnolo
Schede correlate
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • Negli ultimi anni il principio dello FTIR, che permette di effettuare molte analisi di routine in modo veloce, con bassi costi d'esercizio e senza impiegare personale altamente specializzato, è sta...
    Pubblicata il:02/03/2006
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • "Viticoltura e vinificazione sostenibili in uno scenario di cambiamento climatico"
    Il termine ultimo per l'invio degli abstract è stato prorogato al 20 aprile.
    Pubblicata il:13/04/2017
  • Il 40° Congresso mondiale della vigna e del vino e la 15ª Assemblea generale dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV) si terranno dal 29 maggio al 2 giugno 2017 a Sofia (Bulg...
    Pubblicata il:27/01/2017
  • Al via la prima fase per la selezione di varietà di vite sostenibili
    Fondazione Edmund Mach e Consorzio Innovazione Vite attivano un'importante iniziativa nel settore varietale viticolo: un ambizioso programma di collaborazione tecnologica finalizzato ad individuare...
    Pubblicata il:29/09/2016
© Tutti i diritti sono riservati
powered by infonet srl piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +