italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Appuntamenti
  • » Webinar gratuito - Insetti esotici nei vigneti piemontesi: i risultati di tre anni di monitoraggio di cimice asiatica
  • Longevità dei vini bianchi:
    Accorgimenti in affinamento per ridurre i rischi legati all’ossigeno
    L’evoluzione dei vini bianchi, nel periodo compreso tra la fine della fermentazione alcolica e l’imbottigliamento, è strettamente legata alla presenza di O2 disciolto e alle conseguenti...
    Pubblicata il: 30/03/2021

Webinar gratuito - Insetti esotici nei vigneti piemontesi: i risultati di tre anni di monitoraggio di cimice asiatica

venerdì 16 aprile 2021, ore 15h30-18h30

Webinar gratuito - Insetti esotici nei vigneti piemontesi: i risultati di tre anni di monitoraggio di cimice asiatica

La cimice asiatica, Halyomorpha halys, è una cimice originaria dell'Asia orientale (Cina, Corea, Giappone, Taiwan) che, nei primi anni duemila, si è diffusa negli USA e in Europa centrale. In Italia la cimice asiatica è ora presente in tutte le regioni settentrionali ed il suo areale è in rapida estensione.

Questo insetto è stato rinvenuto per la prima volta nell’areale frutticolo piemontese nel 2013 ed ha causato ingenti danni a numerose colture agrarie negli anni successivi. Primariamente colpiti sono le colture frutticole, il nocciolo, il mais, leguminose quali la soia, il fagiolo ed il pisello, ortaggi tra cui, principalmente, peperone, fagiolo, melanzana, pomodoro, specialmente se in pieno campo.

Il controllo di questa specie risulta piuttosto complesso in quanto al momento non si conoscono limitatori naturali autoctoni significativamente efficaci; e la sua potenzialità di danno è aggravata dalla polifagia dell’insetto e dal comportamento degli adulti, che si spostano continuamente da pianta a pianta e dalle siepi o dalle colture erbacee ai frutteti.

Il presente lavoro ha voluto verificare la presenza dell’insetto nell’area vitata e nell’agroecosistema vigneto attraverso programma di monitoraggio coordinato dal DISAFA – Università di Torino nel triennio 2017 – 2019 e sostenuto da diversi attori del comparto vitivinicolo tra cui Consorzio dell’Asti, Consorzio del Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, Consorzio del Roero, Araldica Castelvero, Cantina dei Produttori Nebbiolo di Carema, Cantina Valle Belbo, Az. agr. Pecchenino, Fondazione CRC, ed in collaborazione con Regione Piemonte. Il lavoro ha indagato anche sulle possibili alterazioni organolettiche a carico dell’uva e/o del vino ottenuto dalla vinificazione di uve con presenza di Cimice asiatica, delle varietà Moscato bianco, Barbera e Nebbiolo.

 

Programma:
15,30 Apertura convegno, saluti e introduzione
16,00 Presenza e diffusione di H. halys in Italia e aggiornamento sulle possibilità di lotta biologica - Luciana TAVELLA, DISAFA Università di Torino
16,30 Monitoraggio e ruolo di H. halys in vigneto - Arianna GIUSTA, PEGASO Servizi Agroambientali e Fabio MAZZETTO , DISAFA Università di Torino
17,00 Impatto della presenza di H. halys su uva e su vino - Daniele EBERLE, Consorzio dell’Asti
17,30 Controllo simbiotico: una strategia innovativa e compatibile con la lotta biologica per la gestione della cimice asiatica - Alberto ALMA, DISAFA Università di Torino
18,00 Discussione
18,30 Chiusura lavori

 

Il convegno riceverà il patrocinio di:
Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali del Piemonte e della Valle d’Aosta
Collegio interprovinciale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati di Alessandria, Asti, Cuneo, Torino e Valle d’Aosta

Per fare richiesta dei crediti formativi, sarà necessario rispondere all’apposita indagine nella mail che sarà inviata a conclusione del webinar.


ISCRIVITI SUBITO!

 

Progetto realizzato con il contributo di:
Sponsor

Pubblicata il 26/03/2021
Schede correlate
    Come ottimizzare la qualità dei vini per meno di 4000 euro?
    Webinar gratuito; Venerdì 16 aprile dalle ore 15.00 alle ore 16.00
    Durante tutto il processo di produzione, il vinificatore opera delle scelte di interventi o di processi da adottare per raggiungere un obiettivo stabilito di profilo, qualità e durata di vita dei s...
    Pubblicata il:06/04/2021
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,782227