italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito

Caolino su vite con effetto sunscreen

A. Palliotti, Università degli Studi di Perugia; T. Frioni, Università Cattolica del Sacro Cuore

Caolino su vite con effetto sunscreen

Nei periodi estivi particolarmente caldi (es. 2017, 2015, 2012, 2009, 2007, 2003) un problema serio, arduo da contrastare in vigna, è dato dalle alte temperature che foglie e acini mostrano nelle ore più calde, con valori di oltre 49-50°C (ben 8-10°C in più rispetto alla T dell’aria). Ciò causa il blocco dell’attività fisiologica e l’avvio di fotoinibizioni croniche con clorosi e necrosi a carico dei tessuti.

L’uva esterna alla chioma subisce disidratazioni spinte e scottature e diviene pertanto non utilizzabile. A questi livelli termici, i tessuti perdono la capacità di dissipare con efficacia l’energia in eccesso e i meccanismi preposti a tale funzione collassano. Risultato: fisiologia di base azzerata, rese produttive basse, qualità compromessa e seri rischi di disseccamento delle viti.

Nel presente lavoro è stato verificato l’efficacia dell’applicazione di un nuovo formulato di caolino calcinato, che in tali condizioni svolge una funzione “sunscreen”, consentendo di limitare i danni da stress da calore preservando l’integrità dei tessuti fogliari, la fisiologia di base (anche in post vendemmia) ed alcuni elementi chiave della qualità, quali antociani e acidi organici, oltre che una migliore efficienza dell’uso d’acqua. Le argille bianche di fatti possono mitigare i fenomeni negativi attraverso l'aumento della riflessione della radiazione solare, in particolare dell’infrarosso fino al 40%.

Tecnicamente, l’applicazione può essere eseguita monitorando le T dell’aria e utilizzando la formula dell’Australian Grape Wine Authority, ovvero iniziare a irrorare quando la T massima dell'aria supera 40°C per almeno un giorno o se la stessa supera 35°C per 2-3 giorni consecutivi. Al fine di contenere le dosi si può irrorare il caolino solo sulle pareti dei filari assolati nel pomeriggio, poiché più sensibili agli stress da calore. Di conseguenza, i costi sono contenuti, poiché irrorando solo una parte di ciascun filare occorrono 18-20 €/ha per trattamento; diviene pertanto una tecnica che, oltre a essere efficace, è anche economica, flessibile e non richiede particolari attrezzature e/o professionalità.

Lavoro finalista del Premio SIVE Ricerca per lo Sviluppo 2019 - Premio ASSOENOLOGI G. Versini e presentato alla 12ª edizione di Enoforum (Vicenza, 21-23 maggio 2019)

Pubblicata il 24/03/2021
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,796875