italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • Vini rosati: tante sfumature da preservare
    La buccia dell’uva è ricca di sostanze aromatiche e nel caso di uve a bacca rossa, questa è anche ricca di sostanze coloranti. Il colore dei vini rosati, come per i rossi, consegue alla macerazione...
    Pubblicata il: 29/06/2020

Mal dell'esca e Black Dead Arm in vivaio

Viguès V., Serrano E., Dumas C., Coarer M., Yobregat O., Larignon P., ITV France

Le malattie del legno, il Mal dell’esca e il Black Dead Arm, colpiscono il legno della vite e determinano più o meno rapidamente la morte dei ceppi interessati. Da quando è stato soppresso l’arsenito di sodio, la manifestazione dei sintomi e la mortalità dei ceppi sono aumentati in modo continuo. L’annata 2004 è stata particolare per quanto riguarda la manifestazione della malattia. Uno studio effettuato nei Midi-Pyrénées mostra che le particelle più colpite hanno in media 10-15 anni, ma anche le viti giovani sono colpite da questa malattie: più del 10% delle particelle colpite hanno meno di 10 anni. Sono stati osservati dei sintomi anche su viti di 4-5 anni e ciò ha fatto sorgere il dubbio di una possibile presenza dei funghi nel materiale vegetale destinato al vivaio o all’uscita dal vivaio. Il lavoro svolto ha permesso di valutare l’importanza dei funghi associati alle malattie del legno all’uscita dal vivaio. Sono state identificate le vie di entrata e le tappe nel corso delle quali si sono verificate le contaminazioni.
Pubblicata il 19/03/2008
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,594727