italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Legislazione
  • » Ridurre i residui di prodotti fitosanitari nel vino
  • La stabilità tartarica ad "alte temperature"
    Negli ultimi anni abbiamo assistito all’impennata dei costi energetici con conseguente impatto sui bilanci delle cantine. Uno dei processi più energivori riguarda le pratiche per il raggiungimento ...
    Pubblicata il: 23/02/2024

Ridurre i residui di prodotti fitosanitari nel vino

Magali GRINBAUM, ITV Orange, France

L'articolo espone i risultati di uno studio effettuato in Francia dal 1999 al 2001 in diverse regioni della Francia, misurando i residui dei prodotti fitosanotari e dei loro metaboliti nelle uve, nei vini e nei distillati, con prodotti antioidici, antiperonosporici ed antibotritici. Ne emerge un quadro abbastanza positivo, che tuttavia lascia ancora margini di miglioramento. Vengono quindi riassunte alcune iniziative promosse da società produttrici (Du Pont, Syngenta, Bayer) per aiutare i viticoltori ad ottimizzare l'impiego di fitofarmaci.
Pubblicata il 26/04/2004
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
- A +
ExecTime : 1,640625