italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Microbiologia del vino
  • » Induzione dell'autolisi in Saccharomyces bayanus mediante omogeneizzazione ad alta pressione
  • Il Futuro dei Webinar Enologici
    Creiamo Assieme i Contenuti più Interessanti per il Settore!
    Siamo entusiasti di coinvolgervi nel processo di creazione dei nostri contenuti enologici! Il vostro feedback è fondamentale per fornirvi articoli, webinar e corsi di formazione che siano veramente...
    Pubblicata il: 24/01/2024

Induzione dell'autolisi in Saccharomyces bayanus mediante omogeneizzazione ad alta pressione

Piergiorgio Comuzzo, Dipartimento Scienza degli Alimenti, Università di Udine (I)

Induzione dell'autolisi in Saccharomyces bayanus mediante omogeneizzazione ad alta pressione

I derivati di lievito sono utilizzati in enologia per diverse applicazioni, come il rilascio di polisaccaridi e mannoproteine; sono ottenuti inducendo l’autolisi del lievito per via termica o enzimatica. Nonostante la loro capacità di migliorare la componente colloidale del vino, la limitazione principale al loro utilizzo in affinamento è dovuta al rilascio di off-flavors, molecole volatili prodotte in seguito a fenomeni proteolitici e ai trattamenti termici condotti durante la produzione.

L’omogeneizzazione ad alta pressione (HPH) è un sistema non-termico, utilizzato per promuovere la distruzione microbica e il recupero di componenti intracellulari. In questo studio, l’HPH è stata utilizzata per indurre l’autolisi in un ceppo commerciale di S. bayanus.

Il rilascio di composti solubili in soluzione modello (proteine, colloidi glucidici, amminoacidi), gli effetti sulla vitalità cellulare e la composizione in sostanze volatili degli autolisati, sono stati studiati in rapporto ad un comune protocollo di termolisi.

L’HPH è apparsa una tecnica promettente per indurre l’autolisi. Dopo opportuna ottimizzazione, questa tecnica potrebbe essere utilizzata per la produzione di derivati di lievito appositamente strutturati per l’affinamento dei vini, ma anche per altre applicazioni enologiche.

Ricerca presentata al Premio Internazionale OENOPPIA 2015 . La relazione riprodotta in questo filmato è stata presentata alla 9ª edizione di Enoforum (Vicenza, 5-7 maggio 2015)

 

Pubblicata il 26/10/2016
Disponibile in english
    • VIDEO SEMINARIO (streaming 20 min)
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
- A +
ExecTime : 1,578125