italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Come riutilizzare la CO2 della fermentazione per contrastare i cambiamenti climatici
  • La gestione dei gas disciolti nel vino
    Angelita Gambuti, Università di Napoli; Marco Li Calzi, Tebaldi Srl
    Approfondisci questo tema guardando i video ripresi ad Enoforum 2019 e vieni a trovarci allo stand Tebaldi del SIMEI (Pad.11- stand T11-U12) per parlare di questa tecnologia....
    Pubblicata il: 05/11/2019

Come riutilizzare la CO2 della fermentazione per contrastare i cambiamenti climatici

Come riutilizzare la CO2 della fermentazione per contrastare i cambiamenti climatici

Secondo un progetto di ricerca guidato da Bodegas Torres e realizzato in collaborazione con diverse università ed aziende tecnologiche, la cattura e il riutilizzo della CO2 proveniente dalla fermentazione del vino rappresenta un'opportunità per ridurre al minimo l’impronta di carbonio e limitare gli effetti dei cambiamenti climatici.

L'unico modo per mantenere le emissioni ad un livello che impedisca che la temperatura media superi i 2ºC concordati al COP 21 di Parigi, che per il settore del vino sarebbe già molto critico, è limitare la concentrazione di CO2 nell'atmosfera attraverso lo sviluppo di tecnologie che consentano la cattura e il riutilizzo di questi gas.

Per questo motivo, Bodegas Torres ricerca e supporta lo sviluppo di tecnologie CCR (Carbon Capture and Reuse) in collaborazione con università e aziende tecnologiche, che permettano sfruttare la CO2 prodotta. Per questi collaboratori, la cantina è un terreno di prova ideale per lo studio e lo sviluppo di questo tipo di tecnologia grazie alla disponibilità di grandi quantità di CO2 altamente concentrata generata durante la fermentazione alcolica ed alla disponibilità di energie rinnovabili in cantina.

Usi alternativi alla CO2 della fermentazione
Sono state condotte prove con otto diverse tecnologie che propongono usi alternativi della CO2 prodotta durante la fermentazione, alcune delle quali possono essere già implementate a livello industriale mentre altre sono in fase di sviluppo. Queste tecnologie possono essere raggruppate in tecnologie di cattura biologica o di cattura chimica. Nel primo gruppo ci sarebbero, ad esempio, le microalghe che possono essere utilizzate come biomassa; la concimazione carbonica o la generazione di carbone vegetale (biochar). Nel secondo gruppo, i progetti sono raggruppati in base a ciò che viene ottenuto dal processo (energia o prodotti).

Per la produzione di energia, sono stati testati con Power to gas (produzione di idrogeno mediante elettrolisi dell’acqua con elettricità da energia rinnovabile) o con metanazione (conversione di CO2 e idrogeno in metano utilizzando microorganismi metanogeni - produttori di metano). Nel caso dei prodotti, la CO2 può essere utilizzata, ad esempio, per ottenere bicarbonato o come base per la sintesi di carbonati organici ciclici per ottenere solventi.

In conclusione, i test effettuati a Bodegas Torres mirano a mostrare la gamma di possibilità offerte da queste tecnologie come soluzioni future per combattere i cambiamenti climatici, soprattutto se combinati fra di loro, e la necessità di sostenere lo sviluppo di queste tecnologie per accelerarne l'implementazione su larga scala.

La lotta ai cambiamenti climatici rappresenta, fin dal 2008, uno dei principali obiettivi della politica ambientale di Bodegas Torres. Fino a giugno, la cantina ha ridotto del 18,9% le emissioni di CO2 per bottiglia considerando l’intero processo, dal vigneto al trasporto finale, attraverso lo sviluppo di misure di efficienza energetica, energie alternative e trasporto eco-efficiente.

Pubblicata il 16/11/2017
Disponibile in spagnolo
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 3,296875