italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » EnartisZym EZFilter, l’enzima che fa la differenza
  • Vini rosati: tante sfumature da preservare
    La buccia dell’uva è ricca di sostanze aromatiche e nel caso di uve a bacca rossa, questa è anche ricca di sostanze coloranti. Il colore dei vini rosati, come per i rossi, consegue alla macerazione...
    Pubblicata il: 29/06/2020

EnartisZym EZFilter, l’enzima che fa la differenza

EnartisZym EZFilter è un nuovo preparato enzimatico liquido a base di attività pectolitiche, emicellulasiche e glucanasiche, capaci di agire su glucani di origine fungina, batterica e vegetale. L’efficacia della preparazione enzimatica ha origine dall’attività pectolitica (poligalatturonasi, pectinesterasi e pectinliasi) prodotta da un ceppo selezionato di Aspergillus níger insieme alle attività betaglucanasiche ottenute da Tricoderma harzianum.
Nato per migliorare la chiarifica e la filtrabilità di mosti e vini e per aumentare l’estrazione di mannoproteine, il prodotto può essere risolutivo in molte altre applicazioni durante tutto il processo di vinificazione.
EnartisZym EZFilter è, infatti, un enzima multifunzionale che, utilizzato in combinazione con altri enzimi, ne potenzia gli effetti.

Queste le sue principali applicazioni:

  • Miglioramento dell’illimpidimento e della filtrabilità di mosti e vini ottenuti da uve difficili. Alcune varietà come Moscato, Durello e Sauvignon blanc sono notoriamente ricche di pectine complesse che ne rendono difficile la chiarifica e la filtrazione. Il cocktail di attività presente nel preparato è in grado di idrolizzare pectine di varia composizione e permettere un’adeguata pulizia anche con le varietà e nelle annate più problematiche (Figura 1 e 2). Nelle situazioni più critiche, EnartisZym EZFilter si applica in aggiunta all’enzima pectolitico per potenziarne l’efficacia. Allo stesso modo può essere usato nella macerazione delle uve rosse in sinergia con il consueto enzima macerativo per migliorare la filtrabilità del vino e la resa di pressatura.

 

Fig1

Figura 1. Mosto Moscato. Utilizzato in mosti difficili da chiarificare, EnartisZym EZFilter migliora la velocità di sedimentazione.
 

Fig2

Figura 2. EnartisZym EZFilter migliora la filtrabilità dei mosti difficili (Mosto ricco in colloidi, prodotto da uve Macabeo. Filtrazione su filtro tangenziale con membrana ceramica. Nel testimone la portata si assesta intorno ai 5000L/h. Nel mosto trattato per 4 ore con EnartisZym EZFilter, la portata raddoppia).

  • Miglioramento della stabilità proteica. L’uso di EnartisZym EZFilter in pressa o durante la macerazione, permette di ridurre l’instabilità proteica. Si ottiene così una diminuzione del dosaggio di bentonite necessario per raggiungere la stabilità del futuro vino (Figura 3) e di conseguenza il mantenimento di una qualità aromatica e gustativa migliore anche in varietà “neutre”.

 

Fig3

Figura 3. Il vino trattato In fermentazione con EnartisZym EZFilter risulta proteicamente più stabile del vino trattato solo con bentonite.

  • Trattamento di mosti ottenuti da uve affette da Botrytis cinerea. La proliferazione in vigneto di microrganismi patogeni è responsabile del rilascio di ingenti quantità di glucani che rendono il mosto e il vino altamente viscosi e ne rallentano le operazioni di sfecciatura e filtrazione. L’attività betaglucanasica di EnartisZym EZFilter, già in fase di mosto, idrolizza i glucani di origine fungina permettendo così una corretta chiarifica e filtrazione di mosti e vini ottenuti da uve botritizzate o che hanno subito un attacco di patogeni (Figura 4).

 

Fig4

Figura 4. Filtrazione su panello di farina fossile e cellulosa. EnartisZym EZFilter migliora la filtrabilità dei vini ottenuti da uve botritizzate.

  • Estrazione di mannoproteine. EnartisZym EZFilter può essere applicato in fermentazione e durante l’affinamento su fecce fini per accelerare l’estrazione delle mannoproteine presenti nella parete cellulare del lievito e dei composti endocellulari (Figura 5). I vini prodotti con l’uso di questo enzima risultano più morbidi e sapidi al palato, più complessi all’olfatto e, in generale, più stabili.

 

Fig5

Figura 5. EnartisZym EZFilter facilita l’estrazione delle mannoproteine.

Per maggiori informazioni: www.enartis.com 

Pubblicata il 16/06/2020
Immagini
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,625