italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Estrazione con fluido supercritico applicata ai sottoprodotti della cantina per il recupero di polifenoli ad alto valore aggiunto
  • Contrastare le contaminazioni da Brett e batteri con specifici chitosani
    Una buona gestione microbiologica in cantina è indispensabile per evitare deviazioni organolettiche e decadimenti qualitativi dei vini
    Lallemand ha sviluppato due prodotti di origine naturale, a base di specifici polimeri di chitosano, per il controllo e la gestione delle contaminazioni da Brettanomyces e da batteri: No Brett Insi...
    Pubblicata il: 30/11/2020

Estrazione con fluido supercritico applicata ai sottoprodotti della cantina per il recupero di polifenoli ad alto valore aggiunto

Carla Da Porto, Di4A, Università di Udine (I)

Estrazione con fluido supercritico applicata ai sottoprodotti della cantina per il recupero di polifenoli ad alto valore aggiunto

L'OIV (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino) ha stimato 282 MhL il vino prodotto nel mondo nel 2018, di cui 48,5 in Italia.

Il processo di vinificazione genera una notevole quantità di sottoprodotti, in particolare di vinaccia. Circa 4-5 Mt di vinacce vengono prodotte annualmente in tutto il mondo, 0,8-0,9 in Italia. Il Regolamento CE 479/2008 promuove la graduale revoca dei contributi concessi alla distillazione delle vinacce e delle fecce.

Per questo motivo e tenendo conto delle esigenze dell'economia circolare”, è stato affrontato lo sviluppo di un nuovo sistema alternativo, integrato, sostenibile e standardizzato per la valorizzazione delle vinacce utilizzando la lavorazione a cascata di bioraffineria.

Il processo ha integrato l'estrazione con fluido supercritico (SFE) di polifenoli, seguita dalla produzione di biopolimeri (poliidrossialcanoati) e dalla produzione di biogas ricco di CH4. Questo studio si è concentrato sull'estrazione SFE dei polifenoli. L'estrazione del fluido supercritico (SFE) è una tecnologia rispettosa dell'ambiente, che offre numerosi vantaggi rispetto ai metodi classici di estrazione con solvente. L'anidride carbonica supercritica (SC-CO2) è il solvente più comunemente usato nella SFE. È inerte, non tossico e consente l'estrazione a temperature inferiori e a pressioni relativamente basse. Inoltre, gli estratti di alta qualità ottenuti da SFE sono molto richiesti dalle industrie cosmetiche, alimentari e farmaceutiche.

Vengono riportati i risultati del processo SFE applicato alle vinacce per l'estrazione "verde" di polifenoli pregiati. Viene discussa la fattibilità economica del processo SFE su scala industriale per le vinacce.

La relazione riprodotta in questo filmato è stata presentata alla 12ª edizione di Enoforum (Vicenza, 21-23 maggio 2019)

Infowine Premium: L'abbonamento annuale, al costo di € 60 (IVA inclusa) dà diritto all'accesso per un anno a tutti i documenti pubblicati sul sito, archivio storico compreso (clicca qui)

Pubblicata il 21/10/2020
Area Contenuti Premium
  • Enoforum19_FlashTalk_Da_Porto_IT
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,703125