italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Intelligenza artificiale e tecnologia dei sensori non invasivi per il monitoraggio della vite
  • La gestione dei gas disciolti nel vino
    Angelita Gambuti, Università di Napoli; Marco Li Calzi, Tebaldi Srl
    Approfondisci questo tema guardando i video ripresi ad Enoforum 2019 e vieni a trovarci allo stand Tebaldi del SIMEI (Pad.11- stand T11-U12) per parlare di questa tecnologia....
    Pubblicata il: 05/11/2019

Intelligenza artificiale e tecnologia dei sensori non invasivi per il monitoraggio della vite

Intelligenza artificiale e tecnologia dei sensori non invasivi per il monitoraggio della vite

In viticoltura, e più in generale in agricoltura, si cerca una riduzione dei costi e dell'impatto ambientale attraverso il miglioramento del processo decisionale. I recenti progressi nelle tecnologie dei sensori non invasivi e dell'intelligenza artificiale consentono l'acquisizione di grandi quantità di dati e la loro trasformazione in informazioni utili.

Combinare l'intelligenza artificiale e le tecnologie di sensori non invasivi per la stima di importanti caratteristiche agronomiche, fisiologiche e quantitative è stato l’obiettivo di una tesi di ricerca dal titolo “Artificial Intelligence in Digital Agriculture. Towards In-Field Grapevine Monitoring using Non-invasive Sensors” realizzata da Salvador Gutiérrez Salcedo presso l'Università di La Rioja e diretta da Javier Tardáguila Laso e M.ª Paz Diago Santamaría.

Questo lavoro ha sviluppato diverse metodologie innovative. La prima è stata una combinazione di intelligenza artificiale e algoritmi di spettroscopia portatile per il monitoraggio della vite, che apre nuove strade nella viticoltura digitale per lo studio rapido della vite in condizioni di campo.

In secondo luogo, sono stati applicati metodi combinati di intelligenza artificiale su immagini termiche acquisite in condizioni di campo per il monitoraggio continuo dello stato idrico del vigneto. Il nuovo metodo sviluppato in continuo è molto utile per misurare lo stato idrico del vigneto e per generare mappe di variabilità spaziale.

L'ultimo sviluppo della tesi è stato l'uso della visione iperspettrale in continuo in condizioni di campo e la creazione di modelli con tecniche di intelligenza artificiale. Si tratta di lavori pionieristici nel campo della visione iperspettrale in agricoltura. Tra le applicazioni presentate, spicca un sistema di valutazione della composizione dei frutti a distanza e in continuo, che fino ad ora non esisteva. I risultati suggeriscono che la visione iperspettrale può essere utilizzata per stimare diversi aspetti del vigneto e di altri alberi da frutto e pertanto potrebbe diventare uno strumento molto potente e preciso nel processo decisionale.

La tesi di dottorato è disponibile in accesso gratuito sulla piataforma Dialnet:
Artificial Intelligence in Digital Agriculture. Towards In-Field Grapevine Monitoring using Non-invasive Sensors

Pubblicata il 22/10/2019
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,53125