italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Mantenere il tenore idrico durante l'inverno
  • K-POLIASPARTATO: oltre la stabilizzazione tartarica
    Gianni TRIULZI – Enartis; Valerio CARINCI – CEM
    Dopo quasi due anni di esperienze applicative, in occasione di Enoforum è stato fatto il punto della situazione spiegando la gestione dell’instabilità del tartrato di calcio ed illustrando le propr...
    Pubblicata il: 13/11/2019

Mantenere il tenore idrico durante l'inverno

Mantenere il tenore idrico durante l'inverno

Uno studio australiano triennale del "South Australian Research and Development Institute" (SARDI) ha rilevato che una pluviometria ridotta durante l'inverno è associata ad una resa più bassa d’uva.

E` stato evidenziato che una riduzione delle piogge da maggio ad agosto di circa un terzo rispetto alle precipitazioni medie storiche ha un impatto notevole sul rendimento, compreso tra il 20% ed il 40%

In base a questi risultati, i ricercatori affermano che sarebbe consigliabile usare l'irrigazione durante gli inverni secchi per mantenere l'umidità del terreno, anche quando le viti sono ancora dormenti, senza aspettare i primi segni di crescita della vite in primavera per iniziare ad irrigare.

Al fine di valutare l'impatto che la riduzione delle piogge invernali e i diversi metodi di apporto idrico del suolo possono avere sulla resa e sulla qualità dell'uva, i ricercatori hanno usato tende antipioggia per tre stagioni al fine di testare vari metodi di irrigazione per sostituire la piovosità invernale, confrontando i risultati con un sito di controllo senza copertura.

Le viti che hanno mostrato migliori risultati sono state quelle di controllo, seguite da vicino dalle viti irrigate durante l'inverno con microirrigatori.

Le viti irrigate con gocciolatori hanno dato migliori risultati rispetto a quelle con irrigazioni limitate, ma mai come quelle del controllo.

In effetti, l’apporto idrico alla fine dell'inverno non ha impedito una riduzione della resa del 10-30 per cento; ha aumentato le dimensioni della chioma ed ha avuto un effetto negativo sulla composizione dell’uva e del vino.

Il rapporto finale del progetto è disponibile seguendo questo link.

Pubblicata il 23/06/2019
Disponibile in english francais spagnolo
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,96875