italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Monitoraggio della maturazione dell’uva in aree montane e pedemontane

Monitoraggio della maturazione dell’uva in aree montane e pedemontane

I primi risultati dell'Azione 6 del Progetto ValorinVitis

Uno degli obiettivi del progetto ValorInVitis è la valutazione del potenziale vitivinicolo delle aree montane e pedemontane dell’areale dei ‘Colli Piacentini’. Le cinetiche di maturazione di quattro vitigni di riferimento, Ortrugo, Malvasia di Candia aromatica, Barbera e Ervi, sono state valutate nel 2017 e nel 2018 in vigneti con caratteristiche simili, ma collocati a quote altimetriche differenti lungo la Val Trebbia e con altri vigneti localizzati nella prima collina della Val Tidone e della Val d’Arda.

La maturazione di tutti i vitigni ha risentito fortemente della zona di coltivazione, ma i vigneti posti a maggior altitudine si sono rivelati ottimali per la produzione dei vini bianchi frizzanti tradizionali dell’areale, per i quali occorre un ridotto contenuto in zuccheri e un’elevata acidità delle uve alla vendemmia. Nella zona di Bobbio e Perino, infatti, la degradazione degli acidi organici nelle uve di Ortrugo e Malvasia di Candia aromatica è risultata posticipata e più lenta, in confronto a vigneti posti in prima collina, nei quali già a fine Agosto è stato complicato vendemmiare uve con un’acidità titolabile ancora soddisfacente.

Per quanto riguarda le uve a bacca nera, Barbera è risultato essere il vitigno che meno ha risentito dell’altitudine, mentre Ervi ha risposto in maniera simile ai vitigni a bacca bianca, posticipando l’accumulo di zuccheri  e la degradazione degli acidi organici.

I risultati preliminari dimostrano che le zone montane e pedemontane dei ‘Colli Piacentini’ rappresentano una risorsa per le dinamiche di sviluppo dell’areale, soprattutto per quanto riguarda la produzione di vini bianchi frizzanti. Il proseguimento del progetto permetterà di valutare una serie storica più lunga e annate con evoluzioni meteorologiche differenti. Inoltre, resta da valutare il potenziale pericolo derivante dalle gelate tardive, che nel 2017 hanno annullato la produzione nella zona di Bobbio.

Pubblicata il 04/11/2018
Immagini
Disponibile in english
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,0625