italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Monitorare la presenza di Brett e di batteri contaminanti direttamente in cantina

Monitorare la presenza di Brett e di batteri contaminanti direttamente in cantina

In modo facile e veloce

Monitorare la presenza di Brett e di batteri contaminanti direttamente in cantina

Qualsiasi produttore di vino sa che alcune cose migliorano con l'età. Ma per molti microrganismi che possono rovinare il vino, più a lungo passano inosservati, più danni possono causare.
Durante la stagione della vendemmia, le condizioni sono particolarmente ideali per alcuni organismi indesiderati che si fanno strada in cantina e prosperano in vasche e botti in maniera spesso incontrollata.
Questi “spoiler” possono ridurre la qualità del vino insieme alla reputazione della tua azienda. La diagnosi precoce diventa quindi fondamentale per proteggere la linfa vitale della tua attività.

Il Brettanomyces è un elemento intrinseco alla vinificazione, tuttavia la sua presenza potrebbe non essere riconosciuta fino a quando gli effetti di 4-etil-fenolo e 4-etil-guaiacolo non superano le soglie di rilevamento sensoriale. I test microbiologici classici, compresi i terreni di coltura, richiedono lunghi tempi di attesa con risultati spesso inconcludenti.
Le attuali tecnologie molecolari, come la RT-PCR, richiedono troppo capitale e lavoro intensivo per essere attuate in azienda. Tutti i metodi attuali trovano difficoltà nell’analizzare i vini "giovani" durante la fermentazione. Alla luce di questi limiti, gli enologi non hanno a disposizione strumenti di rilevamento precisi e rapidi per gestire proattivamente il Brettanomyces in cantina.

I batteri lattici, quali Lactobacillus, svolgono un ruolo centrale nella qualità del vino finale. I LAB non sono solo responsabili della fermentazione malolattica (FML), ma contribuiscono anche ad altre importanti reazioni biochimiche come la produzione di alti livelli di acido acetico, diacetile o piridine (responsabili dell’aroma di topo).
ll Pediococcus è noto invece per la produzione di ammine biogene e polisaccaridi che causano torbidità nel vino.
Questi microbi hanno la capacità di moltiplicarsi rapidamente e causare problemi nel giro di pochi giorni.
La minaccia è particolarmente preoccupante nei vini ad alto rischio con livelli di pH elevati. La rapida identificazione dei batteri lattici con VINOPAL® consente ai produttori di vino di intraprendere azioni correttive immediate.

I test VINOBRETT® e VINOPAL®, abbinati alla tecnologia VERIFLOW®, offrono la possibilità di effettuare test di routine direttamente in cantina durante tutto il processo produttivo e consentono di monitorare in ogni momento la presenza di Brettanomyces, Pediococcus e Lactobacillus.

VINOBRETT® e VINOPAL® sono test sviluppati dalla società Invisible Sentinel® in collaborazione con Jackson Family Wines e con i produttori di vino, per i produttori di vino.

BioMérieux, azienda familiare fondata nel 1963 e oggi multinazionale, la cui esperienza in biologia affonda le sue radici in una storia imprenditoriale di oltre un secolo iniziata da Marcel Mérieux, ex studente di Louis Pasteur, ha recentemente acquisito la società Invisible Sentinel®.
Questa acquisizione ha consentito a bioMérieux, leader mondiale nel controllo microbiologico in campo agroalimentare, di rafforzare la propria posizione nel rilevamento di microrganismi responsabili della contaminazione e di mettere la propria esperienza microbiologica al servizio dei produttori di vino.

Facili da utilizzare e con risultati disponibili in meno di 4 ore, VINOBRETT® e VINOPAL® sono ormai gli strumenti di riferimento per la gestione proattiva delle contaminazioni microbiologiche come Brettanomyces, Pediococcus e Lactobacillus.
Evita costose misure correttive e preserva la qualità e il valore del tuo vino.

Per maggiori informazioni
https://go.biomerieux.com/IT-invisible-sentinel-infowine

Pubblicata il 03/12/2020
Schede correlate
    Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
    Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
    L'importanza della proattività nella gestione di Brett e batteri lattici
    Grazie alla tecnologia Veriflow® i produttori di vino possono ora eseguire test proattivi di routine durante l'intero processo di vinificazione per ottenere informazioni accurate sulla presenza di ...
    Pubblicata il:12/01/2021
    10 anni di successi nell’aumentare i gradi Brix
    In dieci anni di prove, il biostimolante vegetale ILSAC-ON ha sempre aumentato i gradi Brix alla vendemmia su tutti i principali vitigni italiani
    ILSA festeggia dieci anni di prove di sviluppo in campo del padre dei suoi biostimolanti, ILSAC-ON, completamente vegetale. Coniugando materia prima (tessuti di piante della famiglia delle Fabaceae...
    Pubblicata il:26/04/2021
    12ª Giornata tecnica Vite e Vino: calo della produzione, ma grande annata per basi spumante e vini da invecchiamento
    Focus tecnico sull'andamento stagionale fitosanitario, qualità dei vini, flavescenza e cimice
    Il 2019 sarà ricordato per un calo della produzione di uve del 15 per cento, ma la qualità dei vini ottenuti si mantiene oltre le aspettative, soprattutto per le basi spumante e i vini da invecchia...
    Pubblicata il:10/12/2019
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 3,015625