italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Proteggere le ferite da potatura dall’ingresso dei funghi patogeni del legno
  • K-POLIASPARTATO: oltre la stabilizzazione tartarica
    Gianni TRIULZI – Enartis; Valerio CARINCI – CEM
    Dopo quasi due anni di esperienze applicative, in occasione di Enoforum è stato fatto il punto della situazione spiegando la gestione dell’instabilità del tartrato di calcio ed illustrando le propr...
    Pubblicata il: 13/11/2019

Proteggere le ferite da potatura dall’ingresso dei funghi patogeni del legno

Una soluzione efficace contro il mal dell’esca

Proteggere le ferite da potatura dall’ingresso dei funghi patogeni del legno
Immagini

La sfida delle malattie del legno
I viticoltori devono affrontare quotidianamente molte sfide nella loro attività. Tra queste, la più difficile è contenere i danni legati alle malattie del legno e, in particolare, al mal dell’esca. Le spore dei patogeni responsabili del complesso del mal dell’esca infettano il legno attraverso le ferite prodotte dalla potatura invernale. Il mal dell’esca è una problematica che, oltre a comportare costi addizionali di gestione, nel lungo periodo può minare la sopravvivenza stessa dell’intero vigneto con conseguenti perdite economiche ingenti. Risulta quindi fondamentale proteggere il prima possibile le ferite di potatura. Una soluzione affidabile a doppia barriera è offerta dal sistema Tessior® di BASF.

La diffusione delle malattie del legno
ferita di potaturaDopo la potatura, le ferite fresche sono molto sensibili all’attacco delle spore dei funghi responsabili delle malattie del legno. Queste spore vengono disperse durante l’anno dal vento e dalla pioggia. Dopo aver raggiunto una ferita di potatura, le spore germinano e crescono all’interno del legno formando delle ife che infettano i vasi linfatici. Per reagire all’infezione e fermare la crescita dei patogeni, la pianta erige delle barriere nei vasi linfatici, dette tille. Queste barriere rendono difficile il passaggio della linfa e quindi possono portare al deperimento e alla morte delle foglie e delle bacche. I funghi patogeni rilasciano inoltre all’interno del legno dei metaboliti fitotossici, che vengono trasportati dalla linfa alle parti verdi della pianta e si rendono responsabili dei sintomi tipici del mal dell’esca e di altre malattie del legno, quali foglie tigrate e imbrunimento degli acini.

I principali sintomi del mal dell’esca
I sintomi del mal dell’esca, causati dalle tossine prodotte dai funghi che vivono nel tronco della pianta, possono comparire anni dopo l’infezione e lontano dal luogo dove si trovano effettivamente i patogeni.

sintomi mali dell'esca

Ecco i principali sintomi del mal dell’esca:

  • le foglie “tigrate” rappresentano il tipico sintomo del mal dell’esca. Queste foglie in breve tempo non sono più in grado di nutrire la pianta
  • l’imbrunimento degli acini può comparire assieme alle foglie tigrate oppure anche in loro assenza
  • alcuni tralci possono seccare nel giro di pochissimi giorni. Questo sintomo può portare alla rapida morte della pianta stessa (apoplessia)

 

Prevenire le malattie del legno
Per prevenire le malattie del legno da oggi è disponibile il sistema Tessior® di BASF, soluzione affidabile a doppia azione (fisica e chimica) per la protezione delle ferite di potatura.
Tessior® contiene un polimero in dispersione acquosa che forma una pellicola protettiva sulla ferita. Oltre al polimero, la formulazione include due fungicidi ad ampio spettro (boscalid e pyraclostrobin). In questo modo il sistema crea una barriera sia fisica che chimica offrendo alla pianta una doppia protezione altamente efficace.
Pronto all’uso, preciso ed efficace, impiegato correttamente ogni anno dopo la potatura, Tessior® è in grado di limitare i danni causati dalle malattie del legno e di assicurare la piena produttività ed il valore economico del vigneto nel corso degli anni.
Tessior deve essere applicato in modo puntiforme sulle ferite di potatura. Il modo più preciso e rapido per applicarlo è attraverso uno specifico dispositivo messo a punto in collaborazione con Mesto e Felco.

A questo link è possibile visualizzare i nuovi risultati delle prove di efficacia di Tessior®

Il vantaggio economico della prevenzione
Le malattie del legno possono ridurre la capacità produttiva e la durata del vigneto provocando ingenti danni economici.
Applicando regolarmente ogni anno Tessior® sulle ferite di potatura, si riduce l’incidenza del mal dell’esca, si ottiene una maggiore produzione e una maggiore durata della vita economica del vigneto.
I costi di applicazione del sistema Tessior® dipendono dal numero di ferite da proteggere per ettaro, che variano in base al sistema di allevamento e al sesto di impianto.
Grazie ad un semplice strumento, inserendo pochi parametri come durata di vita del vigneto, superficie coltivata e numero di piante per ettaro, è possibile calcolare rapidamente il beneficio economico dell’utilizzo del sistema Tessior® nella situazione specifica del proprio vigneto.
Calcola il beneficio economico dell’utilizzo del sistema Tessior® nel tuo vigneto

Beneficio economico Tessior

 

Pubblicata il 18/11/2019
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 4,40625