italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Self-brett® di Grape srl: svolgere analisi microbiologiche direttamente in cantina

Self-brett® di Grape srl: svolgere analisi microbiologiche direttamente in cantina

In occasione di Enoforum 2019 la dott.ssa Simona Campolongo, CEO di Grape srl, ha presentato Self-brett®, un dispositivo innovativo brevettato affinché le cantine possano svolgere analisi in autonomia sul Brettanomyces, un lievito contaminante che conferisce cattivi odore al vino e ne causa considerevoli deprezzamenti.

self-brett

 

Self-brett® si presenta come un kit semplice e rapido nell’utilizzo, composto da una dip-slide con un terreno di coltura. Per analizzare il proprio vino basta versare 30 ml di prodotto all’interno del dispositivo, agitare delicatamente per circa un minuto, svuotare e poi riporre Self-brett® in un luogo riparato e a temperatura ambiente per 7-10 giorni. Al termine di questo periodo è possibile osservare la slide: in caso di vino contaminato questa avrà cambiato colore, si potranno vedere colonie di Brettanomyces sull’agar e sarà presente cattivo odore, il tipico “sentore di Brett”. Il dispositivo fornisce inoltre una stima della contaminazione tra bassa, media o alta.

Durante il suo intervento a Enoforum, Campolongo ha raccontato come l’idea di Self-brett® sia nata dalla sua lunga esperienza e dalla sua conoscenza approfondita del Brettanomyces. A seguito del dottorato di ricerca e di successivi studi svolti in Danimarca e in Australia, la CEO di Grape ha pensato di venire incontro alle esigenze del settore vitivinicolo fornendo un prodotto semplice ma performante.
La validazione di Self-brett® è stata ottenuta analizzando 48 campioni di vino con tre differenti metodiche:

  • Conta tradizionale in piastra,
  • qPCR
  • Self-brett®

 

I risultati ottenuti con Self-brett® e con analisi tradizionali sono i medesimi nell’85,7% dei casi, mentre nel restante 14,3% si è riscontrata una positività al Brettanomyces solo grazie all’utilizzo di Self-brett®. L’analisi comparata dei risultati ottenuti con Self-brett® e con analisi PCR dimostra coerenza nel 70% dei casi mentre nel restante 30% si sono ottenuti risultati positivi solo con analisi PCR. Ciò è tuttavia dovuto al fatto che questo tipo di tecnica rileva anche il DNA di eventuali cellule morte.

Self-brett® risulta un prodotto innovativo perché si pone come valida alternativa alle analisi in laboratorio (tradizionali o per PCR) finora proposte, più onerose in termini di tempo e denaro.
La sua semplicità d’uso garantisce poi il diretto utilizzo da parte di enologi e tecnici della produzione, che non devono possedere conoscenze specifiche ma possono svolgere in autonomia il test.
 
Per ulteriori informazioni: www.grapesrl.it/selfbrett-grape/

Pubblicata il 01/09/2020
Immagini
    • Self-brett® di Grape srl: svolgere analisi microbiologiche direttamente in cantina
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,984375