italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Sensori per valutare la stimolazione sensoriale umana all'aroma del vino

Sensori per valutare la stimolazione sensoriale umana all'aroma del vino

Sensori per valutare la stimolazione sensoriale umana all'aroma del vino

Ricercatori della “California State University” di Fresno stanno studiando l'uso di elettrodi per monitorare l'attività cardiaca, i movimenti facciali e la conduttanza della pelle nelle persone per comprendere meglio la stimolazione sensoriale provocata dagli aromi e dai sapori del vino.

Miguel Pedroza, responsabile della ricerca, ha dimostrato in prima persona indossando una serie di elettrodi attaccati al viso, alle mani e al torace il funzionamento di questo nuovo sistema di monitoraggio e valutazione durante il recente Fresno State Grape Day 2020.

I biopotenziali sono segnali elettrici prodotti da parti del corpo in risposta a stimoli ambientali. Il cibo e il vino evocano biopotenziali in parti del corpo come il viso e le mani e influenzano la frequenza cardiaca. L'uso di sensori per monitorare e studiare i biopotenziali come indicatori di risposte corporee positive e negative da parte dei consumatori quando annusano e degustano il vino, possono aiutare a valutare le preferenze dei consumatori e la qualità del vino.

Le espressioni facciali possono essere monitorate utilizzando l'elettromiografia (EMG), collegando gli elettrodi a punti specifici del viso per misurare il movimento dei muscoli facciali e l'attività EMG. Queste micro espressioni facciali possono inconsciamente mostrare un'emozione nascosta. I muscoli corrugatori supercilii, situati nella fronte sopra le sopracciglia trasmettono espressioni facciali che possono indicare disgusto o preoccupazione. I muscoli zigomatici situati nelle guance sono muscoli dell'espressione facciale che consentono di sorridere, una reazione a determinati stimoli.

La conduttanza cutanea, o attività elettrodermica (EDA), varia in base all'attivazione delle ghiandole sudoripare da stimoli diversi. Gli elettrodi sono posizionati sul medio e sull'anulare della mano non dominante per registrare la risposta del sudore e la conduttanza della pelle. Gli odori sgradevoli possono causare un aumento della conduttanza della pelle.

L'elettrocardiografia (ECG) viene utilizzata per misurare i segnali elettrici e le variazioni dell'attività cardiaca con elettrodi posizionati sotto la clavicola e vicino alla gabbia toracica. Gli odori sgradevoli possono innescare un aumento della frequenza cardiaca.

Gli elettrodi e il sistema di monitoraggio sono progettati per trasmettere i dati in modalità wireless a un computer che registra i dati e fornisce grafici dell'attività dello stimolo per ciascun sensore, simili a un grafico ECG.

I ricercatori hanno sviluppato un software che fornisce fasi di degustazione/annusamento guidate dal computer a intervalli di tempo specifici da seguire per l’assagiatore. Il software e la tempistica di ogni fase consentono al processo di valutazione sensoriale di randomizzare ogni stimolo/caratteristica sensoriale e realizzare la raccolta automatica dei dati. Secondo i ricercatori i 10-15 secondi subito dopo che un aroma viene annusato sono particolarmente interessanti perché offrono la risposta iniziale agli stimoli, che viene spesso trascurata nelle valutazioni sensoriali tradizionali.

I ricercatori hanno dimostrato come l'annusare diversi odori influenzi le risposte allo stimolo biopotenziale. Sono stati testati tre aromi associati al vino: vanillina, linalolo (simile al moscato) e bosso (urina di gatto). È stato testato anche un forte odore non di vino, l’ odore corporeo.

Gli odori percepiti negativamente (come l'odore del corpo) generalmente hanno evocato una risposta più rapida e un aumento dell'attività della frequenza cardiaca. Gli odori percepiti positivamente (vanillina) hanno determinato una riduzione della frequenza cardiaca con un tempo di risposta più lungo. La frequenza cardiaca per linalolo e bosso ha mostrato piccoli cambiamenti, forse indicando una reazione neutra o accettazione.

Tradizionalmente, l'industria del vino ha valutato le impressioni sensoriali e le preferenze dei consumatori ponendo domande ai singoli consumatori su pannelli sensoriali dopo aver annusato o assaggiato un campione di vino. Ma queste risposte dei consumatori possono essere influenzate dal modo in cui le domande vengono poste e formulate e da altri fattori e rappresentano una risposta ritardata o una valutazione retrospettiva.

Secondo quanto afferma Miguel Pedroza, questo sistema è usato come misurazione della risposta diretta. Non richiede alcuna riflessione o valutazione da parte del consumatore. Poiché si tratta di misurazioni autonome e in tempo reale delle esperienze sensoriali del consumatore (non retrospettive), possono fornire una migliore comprensione dell'accettazione del consumatore e delle emozioni suscitate dalle esperienze sensoriali del prodotto.

Il sistema classico di degustazione con domande sulle preferenze e sulle caratteristiche sensoriali specifiche del vino sono fondamentali per la valutazione sensoriale, ma le risposte biopotenziali possono fornire ulteriori dati per comprendere il processo di percezione del vino e aiutare a capire quali odori o sapori nel vino sono associati alla qualità.

In questo video è possibile vedere la presentazione del professor Miguel Pedroza (a partire dal minuto 1:55):

Pubblicata il 09/09/2020
Schede correlate
    Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
    Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
    10 anni di successi nell’aumentare i gradi Brix
    In dieci anni di prove, il biostimolante vegetale ILSAC-ON ha sempre aumentato i gradi Brix alla vendemmia su tutti i principali vitigni italiani
    ILSA festeggia dieci anni di prove di sviluppo in campo del padre dei suoi biostimolanti, ILSAC-ON, completamente vegetale. Coniugando materia prima (tessuti di piante della famiglia delle Fabaceae...
    Pubblicata il:26/04/2021
    12ª Giornata tecnica Vite e Vino: calo della produzione, ma grande annata per basi spumante e vini da invecchiamento
    Focus tecnico sull'andamento stagionale fitosanitario, qualità dei vini, flavescenza e cimice
    Il 2019 sarà ricordato per un calo della produzione di uve del 15 per cento, ma la qualità dei vini ottenuti si mantiene oltre le aspettative, soprattutto per le basi spumante e i vini da invecchia...
    Pubblicata il:10/12/2019
    1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,015625