italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » SHELF-LIFE IMPROVEMENT
  • K-POLIASPARTATO: oltre la stabilizzazione tartarica
    Gianni TRIULZI – Enartis; Valerio CARINCI – CEM
    Dopo quasi due anni di esperienze applicative, in occasione di Enoforum è stato fatto il punto della situazione spiegando la gestione dell’instabilità del tartrato di calcio ed illustrando le propr...
    Pubblicata il: 13/11/2019

SHELF-LIFE IMPROVEMENT

Il programma di Enartis contro l’invecchiamento precoce del vino

SHELF-LIFE IMPROVEMENT

Il desiderio di chi produce vino è poterne bloccare l’invecchiamento per mantenere intatte le sue caratteristiche anche dopo mesi di conservazione su uno scaffale (in condizioni non sempre ideali), o dopo aver viaggiato per migliaia di chilometri. L’invecchiamento non si può evitare, ma si può rallentare adottando la giusta strategia già in vendemmia.

Il programma SLI comprende una serie di prodotti che possono essere utilizzati durante il processo di vinificazione e imbottigliamento per:

1. Controllare la solubilizzazione dell’ossigeno: acido ascorbico, tannini e scorze di lievito sono estremamente rapidi nel consumare l’ossigeno prima che avvii l’ossidazione a carico dei composti del vino.

2. Eliminare i metalli catalizzatori dell’ossidazione: ferro e rame sono i veri responsabili dell’ossidazione del vino. I copolimeri di polivinilimidazolo e polivinilpirrolidone (PVI/PVP) e il chitosano attivato sono capaci di rimuovere questi metalli pro-ossidanti e limitare il processo di ossidazione.

3. Ridurre il contenuto di catechine e acidi idrossicinnamici: per azione dei radicali liberi, da questi composti fenolici si formano chinoni responsabili dell’imbrunimento e del decadimento qualitativo del vino. Rimuoverli grazie all’azione adsorbente del PVPP, del chitosano attivato e del PVI/PVP significa aumentare la resistenza del vino all’ossidazione.

4. Bloccare i radicali liberi: i tannini sono molto efficaci nel catturare i radicali e limitarne gli effetti e per questa loro azione possono essere una valida alternativa all’uso dell’anidride solforosa.

5. Controllare il potenziale redox: tannini, acido ascorbico e scorze di lievito sono dei validi strumenti per stabilizzare lo stato ossido-riduttivo e prolungare la vita del vino.

I prodotti sviluppati per il programma SLI sono:

  • ENARTISSTAB SLI
    A base di derivati di lievito, PVPP e tannino di quercia non tostata, si usa come “feccia fine attiva” durante la conservazione del vino in cantina. Enartis Stab SLI abbassa il potenziale redox, riduce il contenuto di catechine e consuma l’ossigeno disciolto.
  • CLARIL HM
    Chiarificante che sfrutta la capacità demetallizzante del chitosano e dei copolimeri di polivinilimidazolo e polivinilpirrolidone per ridurre in modo specifico il contenuto di tutti quei composti coinvolti nel processo di ossidazione: ferro, rame, acidi idrossicinnamici e catechine a basso peso molecolare.
  • ENARTISTAN SLI
    Estratto da quercia americana non tostata senza l’uso di alte temperature, EnartisTan SLI è un tannino unico per la sua capacità di chelare i metalli, bloccare i radicali liberi e stabilizzare il potenziale redox del vino. EnartisTan SLI può essere usato come antiossidante naturale alternativo all’anidride solforosa, sia durante l’imbottigliamento, sia in tutte le operazioni di cantina che comportano l’assorbimento di ossigeno.
  • CITROSTAB rH
    Coadiuvante da pre-imbottigliamento la cui formulazione è stata bilanciata in modo che ogni singolo componente reagisca in sinergia con gli altri e possa bloccare ogni possibile ossidazione causata dall’ossigeno assorbito durante l’imbottigliamento.


Le ultime novità della gamma SLI permettono di beneficiare della comprovata efficacia antinvecchiamento di EnartisTan SLI, sin dalle prime fasi della vinificazione.

INCANTO SLI è il chip di quercia americana non tostata da cui viene estratto EnartisTan SLI. Usato in fermentazione o in affinamento, esalta l’aroma fruttato varietale e, grazie all’azione antiossidante e all’effetto stabilizzante sul potenziale redox del suo tannino, prolunga la vita del vino.

INCANTO NC SLI è composto da lievito inattivo ricco in mannoproteine ed EnartisTan SLI. Completamente solubile, permesso anche nei vini DOP, può essere utilizzato in fermentazione in alternativa ai chips per ottenere gli stessi effetti organolettici e gli stessi benefici in termini di protezione antiossidante e antinvecchiamento.

Per scoprire tutti i prodotti Enartis, scarica il nostro catalogo completo.

Pubblicata il 24/09/2019
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,265625