italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Strategie naturali per la riduzione dell’impiego delle sostanze chimiche durante la vinificazione
  • La gestione dei gas disciolti nel vino
    Angelita Gambuti, Università di Napoli; Marco Li Calzi, Tebaldi Srl
    Approfondisci questo tema guardando i video ripresi ad Enoforum 2019 e vieni a trovarci allo stand Tebaldi del SIMEI (Pad.11- stand T11-U12) per parlare di questa tecnologia....
    Pubblicata il: 05/11/2019

Strategie naturali per la riduzione dell’impiego delle sostanze chimiche durante la vinificazione

Strategie naturali per la riduzione dell’impiego delle sostanze chimiche durante la vinificazione

Entro pochi anni, il vero obiettivo dell’enologia sarà la riduzione dell’impiego della chimica mantenendo e migliorando la qualità del vino.

Il Parlamento Europeo, l’ Organizzazione mondiale della sanità e le Organizzazioni dei consumatori, chiedono nuove norme di etichettatura per le bevande alcoliche (valori energetici e ingredienti).

La sostituzione di: SO2, acido Ascorbico, diammonio fosfato, ammonio solfato, acido ciitrico, acido lattico, carbonato di calcio, solfato di rame, citrato di rame, CMC, acido Metatartarico, gomma arabica ecc. non è di facile attuazione. Inoltre, rimuovere la chimica dal processo di vinificazione non è l’unico obiettivo a cui l’enologo deve aspirare perché la sfida più grande è quella di produrre un vino che contenga il più basso livello possibile di additivi chimici, mantenendo e migliorando nel contempo la qualità del prodotto finito.

Perdomini-IOC studia da anni soluzioni finalizzate a questo scopo e propone oggi una gamma completa di prodotti tra cui IOC Gaïa, un lievito Metschnikowia fructicola, privo di potere fermentativo in grado di lottare e competere contro i lieviti indesiderati (bioprotezione). Esso occupa una nicchia ecologica riducendo così le alterazioni e i rischi di avvio precoce della fermentazione alcolica, rivelandosi uno strumento importante per limitare la solfitazione pre-fermentativa  facilitando anche l’inoculo dei lieviti selezionati (S. cerevisiae) e inoculati in seguito per guidare la fermentazione.

I lieviti IOC BE Fruits e BE Thiols proposti in questa gamma sono un’ottima soluzione per ridurre il contenuto in solfiti in quanto sono incapaci di produrre SO2 e si rivelano molto più efficaci rispetto all’offerta tradizionale di lieviti a bassa produzione di SO2/etanale.

Per ridurre l’uso di solfiti post-FML limitando le alterazioni batteriche (lattiche o acetiche) o post FA per impedire la FML, IOC Sentinel, prodotto a base di chitosano, è un altro strumento molto efficace per una vinificazione salubre.

All’offerta si aggiungono anche prodotti a base di chitosano per la chiarifica statica e per la flottazione tra cui Qi’Up, Qi No[Ox], e Qi Fine.

Inoltre per una chiarifica naturale e molto efficace, FYNEO è un’ottima soluzione in quanto  prodotto di elevata purezza rispettoso di una pratica enologica sana e naturale, costituito da proteine del lievito (EPL) per la chiarifica di vini bianchi, rossi e rosati.

Pubblicata il 22/10/2019
Schede correlate
  • Analisi e composizione delle uve
    Infowine Focus
    una selezione di contenuti dall'archivio di Infowine per approfondire il tema dell'analisi e composizione delle uve in vista della prossima vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
  • Rimbalza sul web la notizia che la Food and Drug Administration, l'organismo di controllo statunitense, ha riconosciuto "non pericoloso" l'utilizzo di un ceppo di lievito geneticamente modificato, ...
    Pubblicata il:11/01/2007
  • Chiusure: il tema del futuro
    Nel corso di Enoforum 2005 ha riscosso particolare interesse la relazione di Peter Godden, ricercatore dell'Australian Wine Research Institute di Adelaide (South Australia), che ha esposto i risult...
    Pubblicata il:27/04/2005
  • 1ª edizione Premio CARLO MICONI per una tesi di dottorato in Enologia
    Il premio intende valorizzare le attività di ricerca che abbiano portato un valido contributo, sul piano scientifico, applicativo e divulgativo, nel settore dell’analisi chimico-enologica applicata.
    Pubblicata il:05/02/2018
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,703125