italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Validazione del metodo automatizzato per il dosaggio dell’anidride solforosa libera e totale
  • Contrastare le contaminazioni da Brett e batteri con specifici chitosani
    Una buona gestione microbiologica in cantina è indispensabile per evitare deviazioni organolettiche e decadimenti qualitativi dei vini
    Lallemand ha sviluppato due prodotti di origine naturale, a base di specifici polimeri di chitosano, per il controllo e la gestione delle contaminazioni da Brettanomyces e da batteri: No Brett Insi...
    Pubblicata il: 30/11/2020

Validazione del metodo automatizzato per il dosaggio dell’anidride solforosa libera e totale

Validazione del metodo automatizzato per il dosaggio dell’anidride solforosa libera e totale

L'anidride solforosa è il conservante più comunemente usato in vinificazione, per le sue molteplici proprietà (azione antisettica, antiossidante, stabilizzante del colore, ecc.). Quantificarla in modo accurato consente di gestire al meglio la vinificazione e garantire che il suo tenore non superi i limiti di legge e/o crei reazioni allergeniche nei consumatori sensibili.

Il dosaggio dell’anidride solforosa nel vino prevede una distillazione e la successiva titolazione (Regolamento CEE n. 2676/90), pertanto è un metodo lungo, laborioso e richiede personale di laboratorio ben addestrato. 

Nel presente lavoro i due nuovi kit rapidi EnzytecLiquid SO2-Total e EnzytecLiquid SO2-Free (R-Biopharm AG) sono stati posti a confronto con il metodo di riferimento: la frazione libera e totale dell’anidride solforosa reagisce con uno specifico cromogeno (brevettato) ed in soli 5 minuti porta ad un incremento di Abs a 340 nm, stechiometricamente correlato al quantitativo di solfiti presente nel campione.

La densità ottica può essere misurata con l’ausilio di un semplice fotometro, oppure in associazione all’analizzatore automatico multi-parametro i-Magic M9, e convertito in concentrazione per confronto con lo standard a concentrazione nota, contenuto nel kit.

La lettura spettrofotometrica a 340 nm differenzia i nuovi kit R-Biopharm dai kit colorimetrici per la determinazione dell’SO2 disponibili in commercio, che sfruttano come cromogeno il DTNB (acido 5-5’-ditio-2-nitrobenzoico), misurato a 420 nm, con forti interferenze del colore dei vini, soprattutto rossi.

Il lavoro ha consentito di verificare le prestazioni del nuovo metodo analitico in automazione (Enzytec™ Liquid SO2-Free e Enzytec™ Liquid SO2-Total), e stabilirne la sostanziale congruenza con quello di riferimento. In particolare, l’uso del kit Enzytec™ Liquid SO2-Total fornisce il valore dell’anidride solforosa totale in un unico step analitico, piuttosto che in molteplici, come nella titolazione classica, ed in tempi relativamente brevi (100 test/ora con analizzatore automatico iMagic M9).

Scarica il lavoro di validazione

Pubblicata il 15/05/2020
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2