italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Novità
  • » Lieviti Enartis: novità per la vendemmia 2022
  • Una strada innovativa per la nutrizione organica
    Controllo dei radicali liberi: miglioramento del benessere del lievito e ottimizzazione della rivelazione aromatica attraverso la nutrizione organica
    Da un’idea del team R&D del gruppo IOC, sviluppata in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, nascono due innovativi nutrienti 100% organici, studiati per...
    Pubblicata il: 18/07/2022

Lieviti Enartis: novità per la vendemmia 2022

Le principali novità Enartis per la vendemmia 2022 sono due nuovi lieviti dalle caratteristiche eccezionali che fanno parte della linea EnartisFerm Q.


EnartisFerm Q TAU FD 

EnartisFerm Q TAU FD è un ceppo liofilizzato di Torulaspora delbrueckii selezionato dall’Università Politecnica delle Marche (Dipartimento DiSVA). 

A differenza della maggior parte dei ceppi di Torulaspora delbrueckii disponibili nel mercato, EnartisFerm Q TAU FD è dotato di una notevole alcol tolleranza che ne consente l’utilizzo come unico lievito nella fermentazione di mosti con una gradazione alcolica potenziale fino a 12-12,5%. Dotato di una buona vigoria fermentativa, fermenta con una velocità paragonabile a quella di un Saccharomyces cerevisiae.

A livello organolettico (figura 1), EnartisFerm Q TAU FD esalta gli aromi fruttati dell’uva grazie alla produzione di esteri etilici e acetati e alla liberazione dei terpeni varietali. Ma i vini fermentati con questo ceppo colpiscono soprattutto per la loro pienezza, morbidezza e dolcezza gustativa dovute all’elevata produzione di mannoproteine e polialcoli.
 

fig. 1

Figura 1: EnartisFerm Q Tau FD aumenta l’intensità del fruttato e la sensazione di morbidezza/volume gustativo. Esempio di fermentazione con il solo EnartisFerm Q Tau FD di un mosto ottenuto da uve Pinot Grigio.

EnartisFerm Q TAU FD può essere utilizzato nella vinificazione di ogni genere di vino, inclusi i vini passiti ed è sicuramente raccomandato nella produzione di vini bianchi e rosati e nella prima fermentazione di basi spumanti. 


EnartisFerm Q RHO

Isolato da uve appassite destinate alla produzione di Amarone, EnartisFerm Q RHO è un ceppo appartenente alla specie Saccharomyces uvarum che possiede tutte le caratteristiche microbiologiche ed enologiche tipiche della sua specie (tabella 1): 

  • Tolleranza alle basse temperature. A temperature vicine ai 10°C mostra una vigoria fermentativa superiore ai Saccharomyces cerevisiae.
  • Scarsa produzione di acidità volatile, tipicamente inferiore a 0,2 g/L con gradazioni. alcoliche pari a 13-13,5%.
  • Elevata produzione di glicerolo.
  • Tendenza a produrre acido succino e acido malico, con l’effetto di aumentare l’acidità complessiva del vino.
  • Minore resa zuccheri/alcol rispetto ai lieviti Saccharomyces cerevisiae.
  • Elevata produzione di 2-fenil etanolo, alcol connotato da un intenso profumo floreale.
     
fig. 1

Tabella 1: Principali caratteristiche microbiologiche ed enologiche che differenziano Saccharamyces uvarum da Saccharomyces cerevisiae.

Soprattutto in virtù della sua tendenza ad avere una scarsa resa zuccheri/alcol e ad incrementare l’acidità totale del vino, EnartisFerm Q RHO aiuta a contenere gli effetti “enologici” del cambiamento climatico. Ad esempio, EnartisFerm Q RHO può essere usato in purezza per produrre vini da impiegare in blend per apportare acidità. 

Interessante anche l’applicazione di EnartisFerm Q RHO in coinoculo con lieviti Saccharomyces cerevisiae. Ad esempio, usato in combinazione con EnartisFerm Q9 o EnartisFerm ES181 nella fermentazione di mosti bianchi aiuta a preservare l’acidità e ad aumentare la complessità olfattiva aggiungendo l’aroma floreale alle note tioliche e fruttate prodotte dai due cerevisiae.

Nella vinificazione in rosso, la combinazione con EnartisFerm ES454 porta alla produzione di vini estremamente ricchi in glicerina e mannoproteine, morbidi e voluminosi al palato mentre il coinoculo con EnartisFerm ES488 risulta in una maggior intensità e complessità aromatica.

 

Pubblicata il 03/07/2022
Immagini
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
- A +
ExecTime : 2,0625