italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Video
  • » L’uso della bioprotezione in vinificazione, esperienze, osservazioni e protocolli. Video seminario Enoforum 2017

L’uso della bioprotezione in vinificazione, esperienze, osservazioni e protocolli. Video seminario Enoforum 2017

Stéphane Yerle Consultant – Ingénieur en Agriculture – Oenologue - Esperto in biprotezione

L’uso della bioprotezione in vinificazione, esperienze, osservazioni e protocolli. Video seminario Enoforum 2017

Stéphane Yerle (www.syerle.com) è consulente vitivinicolo per 40 aziende nel sud della Francia, in Spagna e Portogallo. E’ da anni convinto che l’uso della bioprotezione in enologia sia la chiave di volta per i vini del futuro.

Lavorando in aree calde si trova ad affrontare sempre gli stessi problemi:
Vini con alti pH e gradazioni, presenza di Brettanomyces, mancanza di freschezza o aggressività, su uve che per stress idrici o termici hanno prodotto molti zuccheri ma non maturato i tannini.
Da anni risolve questi problemi con uso di lieviti prefermentativi e batteri malolattici.

Per i vini molto verdi ed aggressivi, usa la Torulaspora Delbruekii per dare morbidezza e rotondità e poi per poter diminuire la solforosa. In questi vini, la solforosa, tende ad estrarre ancora dipiù i tannini verdi ed è quindi da limitare se non addirittura eliminare. Parallelamente a questo, l’uso della Torulaspora permette di avere controllo microbiologico su una premacerazione a freddo lunga, poichè limita la riproduzione di S. Cerevisiae.

La mancanza di freschezza, viene invece risolta con l’uso di Concerto, Lacanchea Thermotolerans che è produttore di acido lattico da zuccheri, unito ad un batterio Citrato negativo, Cine, che quindi non degrada il citrico producendo diacetile. Il risultato è un vino stabile microbiologicamente, che può essere prodotto con o senza solforosa, fresco e profumato.

Riguardo al Brettanomyces, sappiamo che esso può riprodursi durante la fermentazione, in particolare sfruttando i momenti in cui nessun lievito o batterio è dominante nel mezzo.
In particolare questo avviene nelle prime 48 ore dall’arrivo dell’uva e tra fermentazione alcolica e malolattica.
Nel primo caso si bioprotegge il mosto con l’uso di lieviti prefermentativi, in particolare il concerto, Lacanchea Thermotolerans ha una duplice azione, da una parte occupa lo spazio e dall’altro la produzione di acido lattico aiuta a limitare il lievito indesiderato.
Per il secondo caso invece, si ovvia facendo un coinoculo con batteri lattici e quindi non lasciando possibilità al Brettanomyces di riprodursi.
Questa successione dinamica di popolazioni, non lascia  spazio alla crescita del  Brettanomyces, in aggiunta a questo, è possibile non usare solforosa per ridurre l’estrazione di acidi fenolici.

Vedi anche le altre presentazioni del modulo CHR Hansen ad Enoforum 2017:
Cos’è la metagenomica: progetto microwine risultati e prime conclusioni
Il progetto microwine ed il futuro dei vini biocontrollati nel mercato globale.

 

Pubblicata il 26/07/2017
Disponibile in francais
    • L’uso della bioprotezione in vinificazione, esperienze, osservazioni e protocolli
    • fjrigjwwe9r1video:descrizione
      Stéphane Yerle, Consulente Enologo Bordeaux
Schede correlate
    La stabilità dei vini
    Infowine Focus
    Durante la sua shelf-life, il vino va incontro a modificazioni chimico-fisiche che possono comprometterne la qualità. Pertanto è importante immettere sul mercato un prodotto stabile, che non sia su...
    Pubblicata il:07/01/2021
    Le ultime novità della ricerca sulla fermentazione: aggiornati on-demand
    I video didattici più interessanti ai quali puoi accedere con Infowine Premium
    La vendemmia è arrivata! Fatti trovare pronto con le ultime novità della ricerca sulla fermentazione, di seguito alcuni dei contenuti ai quali potrai accedere abbonandoti ad Infowine Premium: Le pa...
    Pubblicata il:24/08/2020
    Soluzioni enologiche innovative e sostenibili per acidificare e controllare le minacce microbiche mantenendo le caratteristiche sensoriali e il colore
    Video clip da Enoforum Web Conference - Presentazioni di Ana Hranilovic e Antonio Castro Marin
    Queste due ricerche provenienti dall'Australia in collaborazione con l'Università di Bordeaux e l'Italia ci propongono soluzioni enologiche interessanti e sostenibili per combattere la mancanza di ...
    Prezzo:27 €(Iva inclusa)
    Pubblicata il:26/04/2021
    Addio fermentazione malolattica! Lieviti di ultima generazione.
    Sandra Torriani, Università di Verona; Maurizio Polo, Bioenologia 2.0; Giuseppe Speri, Speri Viticoltori
    Guardare al futuro nel rispetto della tradizione. Nasce da questa esplicita volontà la scelta di Bioenologia 2.0 di produrre lieviti naturali e altamente performanti. È il caso di Atecrem 12H, Schi...
    Pubblicata il:26/07/2019
    Affinamento e ossigeno
    Infowine Focus
    L’ossigeno aiuta la maturazione del vino, ma in certe circostanze può essere pericoloso? Quando e perché l’ossigeno diventa una minaccia? Come avviene la cessione dei tannini del legno ...
    Pubblicata il:29/10/2019
    Aiutare l’espressione aromatica varietale in vigneto
    Rivedi il modulo viticolo Lallemand di Enoforum
    Per mitigare gli effetti del cambiamento climatico Lallemand ha sviluppato LalVigne™ Aroma, specifico lievito inattivo ad applicazione fogliare all’invaiatura, che consente un aumento dell’accumulo...
    Pubblicata il:21/06/2021
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 1,703125