italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Video
  • » Contenere le deviazioni sensoriali da Brettanomyces con l’inoculo di batteri selezionati

Contenere le deviazioni sensoriali da Brettanomyces con l’inoculo di batteri selezionati

Sibylle Krieger Weber, Lallemand (G) – Enoforum 2019

Contenere le deviazioni sensoriali da Brettanomyces con l’inoculo di batteri selezionati

Tra le buone pratiche per la gestione delle contaminazioni da Brettanomyces l’OIV raccomanda l’utilizzo di batteri malolattici selezionati in co-inoculo. Questa pratica di fatto riduce al minimo la finestra temporale tra fine fermentazione alcolica ed inizio malolattica.

La Dott.ssa Sibylle Krieger Weber (Responsabile R&D batteri del gruppo Lallemand) presenta nel video a seguire due recenti studi condotti dall’Institut Français de la Vigne et du Vin e dalla Oregon State University dove viene mostrato come la presenza di cellule vitali di Oenococcus oeni limiti ed inibisca la crescita di Brettanomyces. I dati raccolti in questi studi evidenziano come in una malolattica spontanea, partendo dallo stesso livello di contaminazione iniziale, il livello finale di Brett nel vino risulti 100 volte superiore rispetto al vino coinoculato.

Qualora il coinoculo non possa essere effettuato, il rischio di Brettanomyces può essere ridotto anche attraverso l’inoculo sequenziale di batteri lattici alla fine della fermentazione alcolica. In un ulteriore lavoro dell’IFV si è indagato sull’effetto inibente dell’inoculo sequenziale in vini già contaminati ed in vini in cui la contaminazione è avvenuta dopo l’inoculo batterico. In entrambi i casi i batteri sono riusciti a contenere la popolazione contaminante: quando la contaminazione è avvenuta dopo l’inoculo dei batteri la popolazione di Brettanomyces non è riuscita a svilupparsi. I batteri malolattici selezionati Lallemand, rimanendo vitali oltre alla fine delle fermentazione malolattica, possono avere un’azione protettiva contro le contaminazioni da Brett anche durante l’affinamento non determinando incrementi di acidità volatile: questa strategia risulta particolarmente interessante per ridurre l’utilizzo della SO2 in vinificazione.

Per maggiori informazioni: lallemanditalia@lallemand.com

Vedi anche gli altri seminari Lallemand:

Pubblicata il 18/09/2019
    • Contenere le deviazioni sensoriali da Brettanomyces con l’inoculo di batteri selezionati
    • fjrigjwwe9r1video:descrizione
      Sibylle Krieger Weber, Lallemand (G)
Schede correlate
    Le ultime novità della ricerca sulla fermentazione: aggiornati on-demand
    I video didattici più interessanti ai quali puoi accedere con Infowine Premium
    La vendemmia è arrivata! Fatti trovare pronto con le ultime novità della ricerca sulla fermentazione, di seguito alcuni dei contenuti ai quali potrai accedere abbonandoti ad Infowine Premium: Le pa...
    Pubblicata il:24/08/2020
    Maturazione delle uve
    Infowine Focus
    Un estratto dei contenuti di Infowine per approfondire un tema fondamentale per l'ottimizzazione della vendemmia
    Pubblicata il:08/08/2019
    Come ridurre il grado alcolico di un vino
    Video pillola, le basi dell'enologia
    In questo video approfondiamo, assieme a Maria Tiziana Lisanti (Università di Napoli Federico II) le strategie agronomiche ed enologiche per ridurre la gradazione alcolica di un vino. Questo video ...
    Pubblicata il:03/04/2024
    Idrogels e polimeri idroretentori: cosa sono e potenziali utilizzi in viticoltura
    Registrazioni - Primo webinar del ciclo formativo del progetto IN+VITE
    Il webinar è organizzato nell’ambito del progetto “IN+VITE” che ha l’obiettivo di supportare i viticoltori nella messa a punto di nuovi sistemi di gestione del vigneto utili...
    Pubblicata il:15/03/2024
    OENOTERRIS®: i risultati dei casi studio per un’Agro-Enologia Ragionata
    Il progetto OENOTERRIS®, ideato da Sofralab®, si propone di orientare il futuro di un acino d'uva, anticipando azioni mirate in vigneto per raggiungere i parametri enologici desiderati. Attraverso ...
    Pubblicata il:26/02/2024
    Strategie per la stabilizzazione del colore
    Vito Michele Paradiso | Università del Salento; Chiara Pisarra e Luigi Saranica | Enolife
    Registrazioni del modulo gestito in collaborazione con Enolife tenutosi durante Enoforum Italia 2023 dal 16 al 18 maggio 2023
    Pubblicata il:27/09/2023
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
- A +
ExecTime : 1,53125