italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Video
  • » La stabilità della Quercetina
  • K-POLIASPARTATO: oltre la stabilizzazione tartarica
    Gianni TRIULZI – Enartis; Valerio CARINCI – CEM
    Dopo quasi due anni di esperienze applicative, in occasione di Enoforum è stato fatto il punto della situazione spiegando la gestione dell’instabilità del tartrato di calcio ed illustrando le propr...
    Pubblicata il: 13/11/2019

La stabilità della Quercetina

Michel MOUTOUNET, INRA Pech Rouge; Antonino TRANCHIDA, Col d’Orcia; Stefano FERRARI, ISVEA

Antonino TRANCHIDA, Col d’Orcia Stefano FERRARI, ISVEA Michel MOUTOUNET, INRA Pech Rouge
Immagini

I flavonoli, ed in particolare la quercetina, sono sostanze fortemente bioattive con proprietà molto benefiche dal punto di vista nutrizionale, tuttavia la forma non glicosilata, a livelli elevati, può incorrere in precipitazione con formazione di sedimenti dall’aspetto caratteristico.

La sedimentazione della quercetina nei vini è un problema sentito con una maggiore frequenza negli ultimi anni soprattutto a causa dell’evoluzione delle tecniche viticole e delle dinamiche dei mercati.

Il progetto QUE-STAB è un’iniziativa sperimentale di Col d'Orcia e ISVEA nell’ambito del PSR Regione Toscana ed è focalizzato alla stabilità della quercetina nel Sangiovese, vino che presenta un tenore significativamente maggiore di quercetina rispetto ad altre varietà. 

Il modulo dedicato al progetto in occasione di Enoforum 2017 ha permesso di presentare gli obiettivi principali e i risultati preliminari ottenuti nella prima fase del progetto. La presentazione di Michel Moutounet, INRA Pech Rouge, ci offre una chiara ed approfondita descrizione delle conoscenze finora acquisite su queste molecole. In seguito, Antonino Tranchida, Col d’Orcia, presenta la visione della problematica dal punto di vista di una azienda toscana.

Per concludere il video dell’intervento di Stefano Ferrari, ISVEA, descrive gli obiettivi e la parte sperimentale della ricerca mostrando i primi risultati ottenuti  sulla caratterizzazione flavonolica di uve e vini e le prime evidenze osservate a livello di vigneto e di vinificazione.  

Le relazioni riprodotte in questi filmati sono state presentata alla 10ª edizione di Enoforum (Vicenza, 16-18 maggio 2017) in seno al modulo dedicato al progetto QUE-STAB - PSR Regione Toscana 

Pubblicata il 11/10/2017
    • I flavonoli del vino: caratteristiche, evoluzione, interazioni
    • fjrigjwwe9r1video:descrizione
      Michel Moutounet, INRA Pech Rouge
    • Esperienze di stabilizzazione su Brunello di Montalcino
    • fjrigjwwe9r1video:descrizione
      Antonino Tranchida, Col d’Orcia
    • L’evoluzione della quercetina nel Sangiovese e gli effetti delle pratiche enologiche
    • fjrigjwwe9r1video:descrizione
      Stefano Ferrari, ISVEA
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,6875