italianoenglishfrançaisdeutschespañolportuguês
Lingua
Cerca nel sito
  • » Vitigni e ambiente
  • » Vini particolarmente “pepati”: da conoscere, comunicare, valorizzare

Vini particolarmente “pepati”: da conoscere, comunicare, valorizzare

MATTIVI et al.; Centro Ricerca ed Innovazione IASMA, Dipartimento di Produzione Vegetale “Di.Pro.Ve”, Milano, Instituto de Ciencias de la Vid y del Vi

Il rotundone è un sesquiterpene scoperto per la prima volta nel 1967 in una pianta infestante. Questo composto è stato del tutto ignorato fino al 2008, quando un gruppo di ricerca australiano ha identificato questo composto come il principale responsabile dell’aroma distintivo del pepe e di alcune altre spezie, quali la maggiorana e il rosmarino, e sorprendentemente, dell’uva e del vino Syrah. Uno studio di vini provenienti da Spagna, Austria e Italia selezionati basandosi sulla caratteristica nota sensoriale da pepe ha permesso di rilevare che la presenza di questo composto è molto diffuso nel genere V. vinifera. Contenuti sorprendentemente elevati sono stati trovati nei vini rossi Schioppettino e Vespolina e per la prima volta è stato ritrovato in un vino bianco il Gruner Veltliner a livelli fino a 17 volte la soglia olfattiva. La localizzazione del rotundone, quasi esclusivamente nella buccia, suggerisce inoltre che un uso ragionato della macerazione delle bucce durante la vinificazione possa avere un ruolo determinante per arricchire il vino della nota da pepe. Lavoro presentato alla 7^edizione di Enoforum, Arezzo, 3-5 maggio 2011
Pubblicata il 08/05/2012
Schede correlate
© Vinidea srl 2016: Piazza I° Maggio, 20, 29028 Ponte dell'Olio (PC) - ITALY - P.Iva: 01286830334
Per contattarci segui questo link
Titolo del periodico: Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia
Editore e proprietario: Vinidea Srl
Direttore Responsabile: Dott. Giordano Chiesa
Registro Stampa - Giornali e Periodici: iscrizione presso il Tribunale di Piacenza al n. 722 del 02/03/2018
ISSN 1826-1590
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK

- A +
ExecTime : 2,046875