• La dimensione del vigneto mondiale raggiunge nel 2015 i 7543 mha; la superficie viticola cinese continua a crescere (+34 mha), confermando il secondo posto a livello mondiale. 
  • La produzione mondiale di vino è aumentata del 2,2% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 274,4 Mio hl nel 2015. 
  • A partire dalla crisi economica del 2008, il consumo mondiale di vino si stabilizza ed è stimato in 240 Mio hl nel 2015. 
  • Il commercio mondiale di vino continua a crescere in volume, ma soprattutto in valore: 104,3 Mio hl (+1,8%), 28,3 Mrd EUR (+10,6%). 
 
 Il direttore generale dell’OIV, Jean-Marie Aurand, ha presentato il 18 aprile presso la sede dell’Organizzazione a Parigi alcune informazioni su “il potenziale produttivo viticolo, il bilancio del raccolto, la situazione del mercato e degli scambi internazionali nel 2015”. 
 
Evoluzione del vigneto mondiale: un lieve calo di 7000 ettari 
I vigneti continuano a crescere principalmente in Cina e in Nuova Zelanda. Di contro, la superficie vitata dell’Unione europea prosegue la sua leggera flessione (-26 mha tra il 2014 e il 2015). La Spagna rimane saldamente in testa per quanto riguarda le superfici coltivate, con oltre 1 milione di ettari (1,021 Mio ha), davanti alla Cina (0,82 Mio ha) e alla Francia (0,78 Mio ha). 
 
Produzione mondiale di vino: un incremento di 5,8 Mio hl 
La produzione mondiale di vino (esclusi succhi e mosti) è stata relativamente forte nel 2015. Essa infatti ha raggiunto i 274,4 Mio hl, ossia +5,8 Mio hl rispetto alla produzione 2014. 
 
Con una crescita del 12% rispetto all’anno precedente, l’Italia è il primo produttore mondiale (49,5 Mio hl), seguita dalla Francia (47,5 Mio hl) e dalla Spagna (37,2 Mio hl). Gli Stati Uniti d’America registrano, per il terzo anno consecutivo, un livello di produzione elevato (22,1 Mio hl). 
 
Nell’emisfero australe, la produzione (esclusi succhi e mosti) è in calo in Argentina (13,4 Mio hl), in crescita in Cile (12,9 Mio hl) e stabile in Australia (11,9 Mio hl). La produzione cala leggermente in Sudafrica (11,2 Mio hl) e in Cina (11 Mio hl). 
 
Consumo mondiale di vino: una leggera crescita nel 2015 
Il consumo mondiale di vino nel 2015 viene stimato in 240 Mio hl, in lieve aumento (+0,9 Mio hl) rispetto all’anno precedente. Il consumo è stabile dall’inizio della crisi economica e finanziaria del 2008. Gli Stati Uniti, con 31 Mio hl, confermano la loro posizione di maggior consumatore mondiale. Il consumo è relativamente stabile in Italia (20,5 Mio hl) e in Spagna (10 Mio hl), mentre continua a contrarsi in Francia (27,2 Mio hl) rispetto a quello del 2014. Il livello di consumo in Cina viene stimato in 16 Mio hl, in leggera crescita (+0,5 Mio hl) rispetto al 2014. 
 
Scambi internazionali: in crescita in termini di volume e di valore 
Nel 2015 gli scambi mondiali di vino sono cresciuti rispetto al 2014 in termini di volume (+1,8%), raggiungendo i 104,3 Mio hl, ma soprattutto in termini di valore (+10,6%), attestandosi a 28,3 Mrd EUR.
 
Notizie correlate: