L’industria del vino è molto tradizionale nell’approccio al controllo e alla valutazione della qualità del prodotto, affidandosi soprattutto alle capacità di esperti enologi. Ma dal punto di vista industriale sta diventando sempre più importante poter misurare la risposta dei consumatori al fine di definire obiettivi chiari per la produzione e garantire vini che soddisfino le esigenze del consumatore.

Gli studi dell’AWRI hanno evidenziato che in genere i consumatori sono sensibili alla presenza di alcuni difetti nei vini come TCA, berttanomyces o gusto amaro. Inoltre positivi sentori di frutti a bacca rossa e frutti neri nei vini rossi o di vegetali e di frutta tropicale nei vini bianchi possono attirare la loro attenzione.

In questa presentazione, Leigh Francis, ricercatore dell’Australian Wine Research Institute che da più di 25 anni studia la relazione fra composizione del vino, caratteristiche sensoriali e preferenze dei consumatori, illustra gli ultimi risultati delle sue ricerche.

Il seminario riprodotto in questo filmato è stato presentato alla 8ª edizione di Enoforum (Arezzo, 7-9 maggio 2013). Seminario sponsorizzato da ISVEA

Avvertenza

Il video-seminario è concepito come un vero e proprio corso professionale di aggiornamento della durata di almeno 15 minuti. Pertanto, prima di avviare il video, consigliamo di organizzarsi per una tranquilla visualizzazione (es. assicurarsi di non avere altri impegni per l’intera durata, spegnere il cellulare, munirsi dell’occorrente per gli appunti).

Accedi al video-seminario al costo di € 25,00 oppure attiva un abbonamento annuale ad Infowine: l’abbonamento, al costo di € 60 (IVA inclusa) dà diritto all’accesso per un anno a tutti i documenti pubblicati sul sito, archivio storico compreso (clicca qui).

Leggi le “istruzioni per la visione web” prima di iniziare la visualizzazione del filmato.

Notizie correlate: