C’è una fascia geografica nel Nord Italia che va dal Piemonte al Veneto che, malgrado la crisi, continua a mantenere alto il valore dei vigneti. Insomma, ha fatto un buon affare chi ha investito in appezzamenti da Barolo nella bassa Langa, tra i vigneti eroici di Chambave in Valle d’Aosta, attorno al lago di Caldaro in Alto Adige, nella piana Rotaliana a nord di Trento, nell’area delle bollicine del Bresciano, nella zona di Valdobbiadene nel Trevigiano, nel basso  Piave attorno a San Donà e sui Colli Euganei vicino a Padova. E’ quanto emerge da uno studio dell’Area Research di Banca Monte dei Paschi di Siena dal titolo “Filiera vitivinicola: tendenze e prospettive per l’Italia”.

 
Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo originale: segui questo link
Documenti allegati
Notizie correlate: