Al fine di valutare se vi siano differenze qualitative su vini conservati in bottiglia in funzione del tipo di tappo utilizzato per la loro chiusura, è stata eseguita una serie di prove mettendo a confronto tappi sintetici con tappi di sughero tradizionali. La prova è stata condotta su diverse tipologie di vini bianchi, rossi, invecchiati e giovani, frizzanti e fermi. Nel corso della sperimentazione sono state condotte prove fisiche (di estrazione) sui tappi ed analisi chimiche e sensoriali sui vini. I risultati hanno messo in evidenza che i tappi sintetici richiedono una minor forza di estrazione rispetto a quelli di sughero e si mantengono efficienti nel tempo. Le caratteristiche chimiche dei vini contenuti in bottiglie con tappi in sughero e sintetici non sono risultate differenti tra loro. A livello sensoriale sono state riscontrate alterazioni dei vini dovute ai tappi in sughero e non a quelli sintetici. L’analisi sensoriale dei vini anche da invecchiamento non ha messo in evidenza differenze significative tra vini conservati con tappi in sughero piuttosto che in materiale sintetico. Gli autori ritengono, pertanto, i tappi sintetici una valida alternativa a quelli tradizionali. (Si consiglia la lettura del testo integrale. Titolo originale: Tappi sintetici in enologia: prove tecnico scientifiche su diverse tipologie di vino) FG@2004_09