L’IFV (Institut Français de la Vigne et du Vin) e Montpellier SupAgro (Facoltà di Agraria), hanno appena lanciato un’applicazione mobile gratuita basata sul metodo dell’apice vegetativo per seguire l’evoluzione della crescita della vite e stimare il livello di stress idrico.

L’applicazione ApeX Vigne nasce per soddisfare la forte domanda da parte dei tecnici del settore di poter disporre di semplici strumenti per la caratterizzazione dello stato della vite. Inoltre, in un contesto di forti cambiamenti climatici, può offrire le chiavi per comprendere il fenomeno dello stress idrico sia a livello di parcella che di territorio.

Il metodo dell’apice è un semplice metodo per la caratterizzazione della crescita vegetativa della vite. Si basa sull’osservazione degli apici vegetativi. Questo metodo, conosciuto da diversi anni, è usato frequentemente dai tecnici nei vigneti, in particolare nella regione mediterranea, con l’intento di trovare una relazione tra la cessazione anticipata della crescita e livelli significativi di stress idrico. D’altra parte, la sua diffusione è stata finora frenata dalla difficoltà di determinare un indice di crescita vegetativa direttamente nella parcella che permetta una interpretazione immediata.

ApeX Vigne (in francese) è una applicazione gratuita che può essere scaricata sui dispositivi mobili. Grazie ad un semplice sistema permette di contare gli apici e quindi di calcolare un indice di crescita vegetativa. L’applicazione propone quindi una sintesi e un follow-up dell’evoluzione della crescita degli apici per ogni parcella. Infine, un modulo di questa applicazione, sviluppato dall’IFV, propone un’interpretazione del livello di stress idrico. Le informazioni sono memorizzate e l’utente può recuperarle per ulteriori analisi o condividerle con altri.

L’applicazione può perciò essere utilizzata da un singolo viticoltore nella sua azienda, da un consulente sulle parcelle che segue o da una rete di consulenti all’interno, ad esempio, di una cooperativa o di una denominazione di origine.

Documenti allegati
Notizie correlate: